GESTIONE TECNICA DELL’EMERGENZA, AGIBILITÀ POST – SISMICA

L’Ordine degli Architetti di Firenze tramite la Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto organizza un corso qualificante e abilitante per essere inseriti nll’elenco CNA nazionale, per la Gestione tecnica dell’emergenza, rilievo del danno, agibilità post-sismica.

Con la partecipazione al corso e il superamento dell’esame finale i nominativi dei partecipanti saranno inseriti in un elenco nazione del CNA e in uno provincialedell’Ordine di appartenenza, di cui, in caso di emergenza, potrà disporre la Protezione Civile.

L’Ordine degli Architetti di Firenze sta lavorando alla definizione di un protocollo d’intesa con la Regione Toscana per inserire i nominativi dei frequentanti anche all’interno dell’elenco regionale.

In riferimento alla circolare del CNA n° 429 del 24/05/2010 (vd. pdf allegato), obiettivo principale del percorso didattico è creare professionalità in grado di costituire una task force specializzata di riferimento in caso di calamità, con la duplice finalità di intervenire a supporto delle autorità locali per la gestione dell’emergenza e di ripristinare l’ordinarietà attraverso azioni sul territorio.

Il percorso didattico tipo, articolato su 10 giorni e della durata complessiva variabile da un minimo di 60 ore ad un massimo di 80 ore, prevede la trattazione delle seguenti tematiche:

  • Il modello di Protezione Civile in Italia, riferimenti legislativi
  • Il modello di Protezione Civile nella Regione
  • Le strutture per la gestione dell’emergenza
  • La gestione tecnica dell’emergenza
  • Il comportamento delle strutture in muratura sotto sisma
  • Il comportamento delle strutture in cemento armato sotto sisma
  • Il comportamento delle strutture: aspetti geologici e geotecnici
  • La valutazione di agibilità degli edifici ordinari: l’analisi, la diagnosi e il giudizio, gli strumenti di lavoro
  • Le opere provvisionali nell’emergenza post-sismica
  • Esercitazioni di agibilità
  • Test di valutazione finale

Costo: 350,00 € + 21% iva  (423,50) per gli architetti

L’Ordine degli Architetti di Firenze ha previsto di stanziare un contributo per abbattere la quota di iscrizione dei suoi iscritti pertanto la quota di iscrizione per gli Architetti iscritti all’OAPPC di Firenze sarà di € 175 + 21%iva (€ 211,75)

Il corso si svolgerà a Firenze dal 4 aprile al 6 giugno 2013, nella sola giornata di giovedi con orario 9.30 – 13, 14 – 17.30
Il dipartimento della protezione civile sta valutando l’attivazione di un secondo corso su Firenze, aperto a tutti gli ordini degli architetti della Toscana e che si articolerà nella giornata di sabato con orario 9.30 – 13, 14 – 17.30 dal 6 aprile al 4 giugno 2013
I calendari sono consultabili in allegato

Le prime 40 iscrizioni in ordine di arrivo saranno inserite nella prima edizione del corso che terrà il giovedì, dalla quaruntunesima iscrizione fino all’ottantesima gli iscritti saranno inseriti nella seconda edizione che si terrà di sabato fatto salvo il raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Gli interessati dovranno entro il 27 marzo 2013 (ore 13):

Il pagamento della prima parte della quota di iscrizione potrà avvenire tramite C/C POSTALE N. 11815560 intestato a Fondazione Professione Architetto o tramite bonifico bancario intestato a Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto sulla UNICREDIT BANCA DI ROMA Agenzia di Firenze 1 IBAN IT 84 U 02008 02837 000400988072. (Causale: 1° quota Agibilità + nome dell’Ordine di appartenenza)

L’iscrizione sarà confermata solo al momento della ricezione da parte degli uffici dell’attestazione del pagamento

La prima parte della quota di iscrizione già versata sarà scalata dal totale della quota di iscrizione o rimborsata nel caso in cui il corso non venga attivato per mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti

Il saldo della seconda parte della quota di iscrizione (restanti € 175 + 21% iva), dovrà essere versato entro il 30 aprile 2013 previa conferma dell’avvio del corso.

Coloro che non rientreranno tra gli iscritti potranno ricevere il rimborso della quota. Per coloro che si ritirano a corso già avviato non è previsto il rimborso della quota di iscrizione.

Qualora il corso non fosse attivato per motivi legati alla disponibilità dei docenti o al mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, la Fondazione CSRPA si riserva di comunicare in qualsiasi momento, l’annullamento e/o lo spostamento delle date delle singole lezioni o dell’intero corso.